MIRABASSI / DI MODUGNO / BALDUCCI

Amori sospesi

Dodicilune - 2015 (reg. 2014)


  • musicisti: Gabriele Mirabassi, clarinetto; Nando Di Modugno, chitarra classica; Pierluigi Balducci, basso acustico; Monica Salmaso, voce (# 4); Cristina Renzetti, voce (# 9).
  • brani: Gli amori sospesi / Minuano / Fryderyk / En la orilla del mundo / Choro dançado / I girasoli / The Light of Sevilla / Alberi che camminano / Azul / Bido (l’anima e lo sguardo).

Valutazione: 5/5


di Francesco Varriale


Basta un minuto di ascolto del brano d'apertura per sentirsi avvolti da un senso di bellezza che resta lì per l’intera durata di un lavoro che vede insieme il clarinetto di Gabriele Mirabassi, la chitarra classica di Nando Di Modugno e il basso acustico di Pierluigi Balducci, tre strumenti che danno vita a una dimensione cameristica che risulta sempre distante da qualunque possibilità di relegare la musica entro generi o stili.

Nel succedersi delle dieci tracce, composizioni originali vengono affiancate a brani provenienti da ambiti musicali differenti che, riletti con la giusta sensibilità, contribuiscono alla definizione di una coerenza formale dell’intero disco nel quale il possesso di una tecnica strumentale strabiliante dei tre co-leader costituisce utile risorsa, e mai limite, per liberare poesia in ogni nota. Il basso e la chitarra si cercano e si rincorrono, talvolta fondendosi in un unico suono e creando un tappeto che è insieme ritmico, armonico e melodico e che costituisce la dimensione ideale per il canto di un clarinetto che Mirabassi doma in ogni singolo respiro, passando con apparente facilità da frenetici sovracuti a leggeri e profondi soffi.

Qui, come nelle collaborazioni più riuscite, va evidenziato lo straordinario senso di interplay che caratterizza ogni singolo brano, dal canto ammaliante de “Gli amori sospesi” al tempo sostenuto di “Fryderyk” (si ascolti lo straordinario assolo di Mirabassi) fino alle dimensioni raccolte di “Alberi che camminano”, passando per l’indovinata rivisitazione della intro di “Minuano”, che fu brano di successo del Pat Metheny Group.

Ma da segnalare sono anche gli interventi vocali di Monica Salmaso per “En la orilla del mundo” e di Cristina Renzetti per “Azul”, brani che contribuiscono a rendere “Amori sospesi” uno dei dischi più belli di quest’anno.



articolo pubblicato nel settembre 2015