JULIAN ARGUELLES

Phaedrus

Ah-Um - 1991


  • Musicisti: Julian Arguelles, sax tenore e soprano; John Taylor, pianoforte; Mick Hutton, contrabbasso; Martin France, batteria.
  • Brani: Phaedrus / The Invisible Thread / Duet / Forests / Maxine / Red Rag / Wild Rice / Everything I Love / Hi Steve.

Valutazione: 4/5


di Francesco Varriale


Un lavoro dai tanti volti eppure così incredibilmente omogeneo, questo del sassofonista britannico Julian Arguelles, registrato in quartetto nel 1991.
Non è che qui si spazi tra vari generi musicali o tra diversi linguaggi jazzistici. Questo disco è vario perché Julian Arguelles vi ha assemblato brani che vanno dalle ballad più cantabili alle dimensioni più aperte tipiche dal jazz britannico, da scherzi eseguiti in duo ad un battutissimo standard come "Everything I Love", con due costanti che risultano determinanti per la riuscita del lavoro: uno straordinario controllo che il leader mostra di avere sui suoi sassofoni ed un apprezzabile interplay con i suoi accompagnatori, cose tanto più degne di nota se si pensa che Arguelles aveva soltanto 24 anni all'epoca di questa registrazione.
Particolarmente agile e swingante sui tempi veloci, il sassofonista riesce ad essere estremamente introspettivo e romantico sui tempi lenti, mostrando un fraseggio che ricorda talvolta quello di un altro britannico, John Surman.
In queste dimensioni particolarmente godibili, anche a ripetuti ascolti, c'è da notare il determinante apporto della ritmica, in particolare di quel grande pianista che è John Taylor, straordinario nell'accompagnare con accordi semplici, nel duettare con il leader, nel ritagliarsi momenti solistici di assoluto lirismo.
I brani sono tutti coinvolgenti, ma ci piace ricordare l'intensità espressiva che di "The Invisible Thread", "Maxine", "Wild Rice" e "Hi Steve".
Un disco da riscoprire.


Link:
- Julian Arguelles: www.julianarguelles.com


articolo pubblicato nel 2000 su All About Jazz