STEFANO BATTAGLIA TRIO

In the Morning

ECM - 2015 (reg. 2014) - distr. Ducale


  • Musicisti: Stefano Battaglia, pianoforte; Salvatore Maiore, contrabbasso; Roberto Dani, batteria.
  • Brani: In the Morning / River Run / Moon and Sand / When I Am Dead My Dearest / The Lake Isle of Innisfree / Where Do You Go? / Chick Lorimer.

Valutazione: 4,5/5


di Francesco Varriale


È nella capacità di far propria la musica di un compositore famoso ma non del tutto esplorato il carattere di questo disco. Stefano Battaglia, Salvatore Maiore e Roberto Dani si mostrano, infatti, abilissimi nel giungere all’essenza della musica di Alec Wilder per far sì che essa possa essere sviluppata, manipolata e riproposta con rinnovata modernità.
Registrato dal vivo al Torino Jazz Festival nell’aprile 2014, “In the Morning” ci conduce per oltre un’ora in un mondo di canzoni che, spogliate del testo, restano di una cantabilità immutata, talvolta pregna di una ridondanza che prelude all’esplorazione e alla ri-definizione di nuovi spazi.
Sembrerebbe superfluo, quasi scontato, parlare oggi di interplay in riferimento alla musica di un trio pianistico ma qui, più che altrove, non si avrebbe la stessa intensità se si ascoltasse il piano senza riferirsi al contrabbasso e alla batteria. Battaglia è, infatti, lo skipper di un equipaggio che non può fare a meno dei suoi compagni di navigazione Maiore e Dani, tanto sono i tre musicisti sensibili nel raccogliere gli spunti musicali che giungono dagli altri e abili nel restituirli in nuove forme e lungo diverse direzioni, per un lavoro che viene compreso al meglio se si confrontano le tracce del trio con quelle eseguite dalla cantante Valerie Errante in un lavoro monografico del 2000 intitolato “Song of Alec Wilder”.
Da segnalare “Moon and Sand” come il momento più coinvolgente di un lavoro riuscitissimo in ogni suo brano.



articolo pubblicato nell'ottobre 2016