live:

BISOGNO / NASTRO / VIGORITO / IODICE


Music Art - Club degli Amanti del Jazz, Napoli

8 aprile 2016


  • musicisti: Pierpaolo Bisogno, vibrafono e congas; Francesco Nastro, pianoforte; Aldo Vigorito, contrabbasso; Pietro Iodice, batteria.


di Francesco Varriale


Con la partecipazione di sempre, il pubblico del Music Art di Napoli ha ancora una volta riempito il piccolo spazio del 'Club degli Amanti del Jazz' per la presenza di un quartetto di ottimo livello, viste la sensibilità e l'esperienza dei quattro musicisti presenti.
A supportare il bravo vibrafonista Pierpaolo Bisogno c'era una sezione ritmica assolutamente rodata - date le innumerevoli serate vissute insieme dal pianista Francesco Nastro e dal contrabbassista Aldo Vigorito - e di grande spinta per la prestazione dell'ottimo batterista Pietro Iodice.

Sono stati proprio l'impulso irrefrenabile e la sensibilità di Iodice e Vigorito ad ispirare e sostenere le sortite solistiche di Bisogno e Nastro, particolarmente abili anche nel rapportarsi tra loro anche durante l'esecuzione dei temi, esposti sempre in maniera originale e creativa. Dal canto loro, Vigorito e Iodice hanno dimostrato quanto il senso di interplay faccia ormai da tempo del loro bagaglio artistico e tecnico, garantendo così varietà all'accompagnamento al punto da lasciare i solisti liberi di esprimersi al meglio.

In una tracklist che ha trascinato il pubblico sin dall'iniziale "Softly as in a Morning Sunrise", hanno trovato spazio ottimi arrangiamenti che hanno giocato molto sull'aspetto ritmico, al punto da rendere ancora freschi brani come "A Night in Tunisia" e "Caravan" che, ormai da tempo consolidati in alcune versioni considerate 'definitive', costituiscono pericolose trappole anche per i musicisti più esperti.
Da segnalare ancora le ottime interpretazioni di "Isfahan" e "On Green Dolphin Street", oltre che della evansiana "Lonely" sulla quale Bisogno e Nastro hanno dato sfoggio anche della loro vena intimista.



articolo pubblicato nell'aprile 2016