JACOPO FERRAZZA TRIO: Theater

Cam Jazz - 2019 (reg. 2018)

valutazione: 4,5/5

  • Musicisti: Jacopo Ferrazza, batteria; Stefano Carbonelli, chitarre; Valerio Vantaggio, batteria.

  • Brani: Theater / Rhapsody for a Cloud / The Observe / Awakening / Riververse / A Visionary Spring / The Last Sunset / Sofia.

di Francesco Varriale


A distanza di due anni da “Rebirth”, il precedente lavoro uscito anch’esso per la Cam Jazz, il trentenne contrabbassista Jacopo Ferrazza torna in studio di registrazione con i suoi fidi compagni - il chitarrista Stefano Carbonelli e il batterista Valerio Vantaggio - per compiere un importante balzo in avanti lungo il percorso della sua maturità artistica.
Sì, è quella del trio la dimensione ideale per Ferrazza, musicista giovane ma già maturo che avevamo anche ascoltato, talvolta con un impatto minore, anche in dimensioni musicali più melodiche e meno libere di progetti altrui. In “Theater” il senso dell’interplay viene espresso a livelli davvero alti al punto che gli stessi momenti di assolo dei tre musicisti non sono mai facilmente individuabili, sfociando uno nell’altro senza soluzione di continuità ed esplorando tutte le possibilità sonore offerte dai rispettivi strumenti.
Ferrazza, autore di tutte le composizioni, alterna sapientemente le parti di un solismo sempre misurato con quelle di sostegno ai suoi compagni che trovano, così, la dimensione musicale ideale per lasciarsi andare a dar forma alla musica insieme al loro leader. Soprattutto, le sortite improvvisative di Carbonelli portano spesso la musica verso dimensioni 'altre' che infondono al lavoro un carattere di continua sorpresa.
Tra i brani, tutti strutturati con un’evidente apertura formale, vanno ricordati “Theater” (per la libertà espressiva dei tre musicisti), “The Observer”, “The Last Sunset” e “Sofia” (per la loro dimensione intimista, a tratti solenne).

Link:
- Jacopo Ferrazza: www.jacopoferrazza.com / Cam Jazz: www.camjazz.com

articolo pubblicato nell'aprile 2019