GUEORGUI KORNAZOV 'HORIZON' QUINTET

The Budapest Concert

BMC Records - 2014


  • musicisti: Gueorgui Kornazov, trombone; Emile Parisien, sax soprano; Manu Codjia, chitarra; Marc Buronfosse, contrabbasso; Karl Jannuska, batteria.
  • brani: Na Toni / Children's Song / Veronique / Budapest Suite (Pleveli; Tango de Mars; Blakan Spirit; Cry; Feux; Love Song).

Valutazione: 4/5


di Francesco Varriale


Il trombonista bulgaro Georgui Kornazov vede pubblicato dalla BMC Records un suo concerto tenuto a Budapest nel 2011 a capo del quintetto denominato ‘Horizon’.

Se gli impasti del trombone del leader e del sax soprano di Emile Parisien improntano dei loro colori la musica dell’intero disco, un ruolo determinante è svolto dalla chitarra di Manu Codjia, preziosa nel fungere da raccordo tra i fiati e la ritmica e nel delineare intriganti linee nelle varie parti di assolo. Marc Buronfosse al contrabbasso e Karl Jannuska alla batteria, dal canto loro, tengono la struttura dei brani con attenzione, spingendo i solisti con decisione senza mai risultare invasivi.

La ribalta è, ovviamente, tenuta da Kornazov e Parisien, abili nel dialogare ma anche coraggiosi nel lanciarsi in interessanti sortite solistiche, sia nella parte iniziale del concerto (che vede in “No Toni” il momento più interessante) che nella conclusiva “Budapest Suite”, i cui sei movimenti costituiscono quadri di un unicum compositivo che tocca jazz, tango e sonorità balcaniche senza soluzione di continuità.



articolo pubblicato nell'agosto 2015