DAVIS GRISMAN

Life of Sorrow

Acoustic Disc - 2004 (reg. 1969-1998)


  • Musicisti: David Grisman, mandolino, voce + Pat Enright, chitarra, voce; Alan O'Bryant, banjo, voce; Stuart Duncan, fiddles, voce; Mark Hembree, basso; John Hartford, banjo, voce; Del McCoury, chitarra, voce; Ronnie McCoury, mandolino, voce; Rob McCoury, banjo; Jason Carter, fiddle; Mike Bub, bass; Mac Wiseman, chitarra, voce; Ralph Stanley, banjo, voce; Ralph Stanley II, chitarra; Jack Crook, basso, voce; James Price, fiddle; Herb Pedersen, banjo, voce, chitarra ritmica; Jim Kerwin, basso; Laurie Lewis, fiddle; Ralph Rinzler, mandolino, voce; Artie Rose, chitarra; Harriet Rose, basso; John Nagy, chitarra, arrangiamento, voce; Bryan Bowers, autoharp, voce.
  • Brani: A Life Of Sorrow / Doin' My Time / We Can't Be Darlings Anymore / When You And I Were Young Maggie / All The Good Times Are Past And Gone / Tragic Romance / Seven Year Blues / You're The Girl Of My Dreams / Unwanted Love / Man Of Constant Sorrow / Tennessee Waltz / Bury Me Under The Weeping Willow / Pretty Saro / Cabin Of Love / Farther Along.

Valutazione: 4/5


di Francesco Varriale


Difficilmente ci predisponiamo positivamente all'ascolto di quelle che si definiscono compilation o raccolte, anche quando queste rivestono un carattere monografico. Ma, diciamolo subito, questo "Life Of Sorrow" del mandolinista e cantante americano David Grisman rappresenta in tal senso un'eccezione, se non una rarità. 

Trattasi di una straordinaria antologia di brani, registrati tra il 1969 ed il 1998, che consente di effettuare un viaggio indimenticabile agli albori della musica americana. No, non ci riferiamo al blues del profondo sud, ai canti di dolore e di emancipazione dei neri. Ci troviamo un po' più a nord, in quell'America del pionierismo bianco nella quale si avverte, comunque, quel senso di sofferenza e di solitudine che è alla base del linguaggio folk da cui è derivato quel bluegrass che diede vita al popolare genere country

Tratti da registrazioni effettuate da Grisman negli ultimi quarant'anni, i brani presenti in quest'antologia consentono di (ri)scoprire alcune storiche canzoni originariamente portate al successo da leggendari musicisti come i fratelli Stanley, Lester Flatt e Curly Seckler, Mac Wiseman, The Carter Family, Don Reno e Red Smiley. 

Grisman mostra qui di essere uno strumentista sopraffino, bravissimo nel costruire intriganti linee in dialogo con le voci dei solisti e nell'improvvisare in maniera sempre varia ed accattivante, al punto che alcuni passaggi dei suoi assolo rivelano una buona conoscenza di certo jazz delle origini, in particolare del Quintette du Hot Club de France di Django Reinhardt e Stephane Grappelli, primo gruppo ad esaltare l'uso degli strumenti a corda nel jazz. 

Tra i brani presenti nel disco ci piace segnalare i numerosi duetti, nei quali si può ascoltare al meglio tutta la bravura di Grisman, da “Doin' My Time” (con John Hartford) a “When You And I Were Young Maggie” e “You're The Girl Of My Dreams” (entrambi con Mac Wiseman), da “Tragic Romance” (con Alan O'Bryant) a “Tennessee Waltz” (con Del McCoury), da “Pretty Saro” (con John Nagy) fino a quel capolavoro che è “Farther Along” (con Bryan Bowers), traditional risalente addirittura agli ultimi anni dell'Ottocento e che ebbe tra i suoi interpreti anche Elvis Presley.


Link:

- Acoustic Disc: www.acousticdisc.com


articolo pubblicato nel 2004