ENRICO PIERANUNZI

Tales from the Unexpected

Intuition - 2015 (reg. 2013)


  • musicisti: Enrico Pieranunzi, piano; Jasper Somsen, contrabbasso; André Ceccarelli, batteria.
  • brani: Improtale 1 / The Waver / Anne Blomster Sang / Improtale 2 / B.Y.O.H. / Tales from the Unexpected / Improtale 3 / Fellini’s Waltz / Improtale 4 / The Surprise Answer / bonus track: Interview with Goetz Buehler.

Valutazione: 4,5/5


di Francesco Varriale


Registrato dal vivo in Germania con il contrabbassista olandese Jasper Somsen e con il batterista francese André Ceccarelli, questo disco aggiunge un nuovo tassello al mosaico dell’ormai sterminata discografia di Enrico Pieranunzi in trio.

Nelle innumerevoli registrazioni effettuate con una ritmica sempre costituita da partner eccelsi, il pianista romano si racconta ogni volta in una nuova forma, trattando con la medesima curiosità di sempre le proprie e le altrui composizioni come se sapesse di poter tirar fuori da esse cose nuove pur mantenendo come costanti l’apertura formale, un intimismo che non disdegna di farsi talvolta espressionismo e quel ‘miracolo del canto’ che Pieranunzi ha sempre associato a Bill Evans e che si è ormai da tempo fatto anche suo.

In quella che si rivela una sorta di suite di un’ora e un quarto, i quattro “Improtales” della tracklist fungono da quadri di raccordo tra le parti più strutturate e cantabili tra le quali segnaliamo il brano che dà il titolo al disco, la conclusiva “The Surprise Answer” e, soprattutto, quel “Fellini’s Waltz” che Pieranunzi incluse come unica composizione originale tra i famosi temi da cinema di quel disco di successo che fu “Fellini Jazz” (leggi qui la recensione) e che qui viene trattato dal trio con uno straordinario senso dell’interplay.

Da segnalare, infine, una breve e simpatica intervista a Pieranunzi posta come traccia bonus in chiusura del disco.


Link:


articolo pubblicato nel novembre 2015