storie di jazz: MILES DAVIS

Un genio oltre gli stili, anzi prima degli stili. Musicista capace di precorrere i tempi e tracciare nuove vie lungo le quali è stato seguito da giovani che hanno poi fatto la storia con lui e dopo di lui. Membro stabile  del quintetto di Charlie Parker già nel 1945, ha contribuito alla nascita del cool e, passando per una personalissima rivisitazione del bebop con un quintetto che annoverava John Coltrane, ha delineato i caratteri musicali per il jazz modale insieme a Bill Evans. Dal suo quintetto degli anni Sessanta sono venuti fuori musicisti del calibro di Wayne Shorter, Herbie Hancock, Ron Carter e Tony Williams, prima di dal vita al jazz elettrico ed effettuare un conclusivo tuffo nel pop e nel rap.

 

MILES DAVIS, pt. 1 / dagli esordi fino al modale - a cura di Francesco Varriale